La Spugna di Fiele

Assorbe e rilascia veleno…

Archive for the ‘nascite’ Category

Prepariamoci a festeggiare la Repubblica

leave a comment »

frecce-tricolori-vittoriano

Compie 68 ma è giovanissima, anzi ancora troppo giovane. A differenza degli uomini soggetti all’usura del tempo, è meglio augurarci che la nostra Repubblica rinvigorisca sempre di più col passare degli anni, perché noi italiani stiamo invecchiando vorticosamente.
L’ultimo rapporto ISTAT presentato alla Camera qualche giorno fa ci racconta infatti che sono sparite le culle, l’italiana media all’età di 31 anni, partorisce 1,29 figli,  e se ha un lavoro, è costretta a lasciarlo dopo la nascita del figlio, nel 2012 il fenomeno ha interessato il 22,3% delle madri lavoratrici. Ma c’e chi il lavoro nemmeno ce l’ha, ci sono infatti sul territorio della nostra cara e giovane Repubblica, ben 6,3 milioni di disoccupati, per non parlare della marea di giovani che non riesce a trovare lavoro e lascia l’Italia, nel 2012 sono partiti 26 mila giovani, tra i 15 e i 34 anni, saliamo a quota 100 mila se consideriamo l’ultimo lustro.
Ma come di consueto, il 2 giugno, Festa nazionale della Repubblica, alle ore 10 sfilerà la parata ai Fori imperiali, con 3.584 partecipanti. Quest’anno il tema della festa è la Grande guerra. Aprirà la Brigata Sassari con le divise del 1915, data di fondazione del Corpo, e le musiche del 4 maggio e l’Inno del Piave. Ci saranno poi i fedelissimi Carabinieri con La Fedelissima, che quest’anno festeggiano il bicentenario e indosseranno le divise di 200 anni fa. Tanti mezzi militari dell’epoca e, dulcis in fundo, dopo due anni d’assenza, torneranno a solcare il cielo le frecce tricolori.
Un anticipo della solenne commemorazione ci sarà domani alle ore 15.30, sulla Piazza del Quirinale avrà luogo il cambio solenne della Guardia d’Onore da parte del Reggimento Corazzieri a cavallo con la Fanfara del IV Reggimento Carabinieri a cavallo.

Written by laspugnadifiele

31/05/2014 at 18:32

Pubblicato su memoria, nascite

Tagged with , ,

Nascite

with one comment

Mentre noi italiani siamo impegnati a stilare statistiche e primati dei nuovi nati, negli States accadono cose davvero incredibili in fatto di nascite, ci son stati ben due casi di gemelli venuti al mondo a distanza di poche ore, ma a cavallo tra il 2011 e il 2012. Insomma, gemelli sì ma con diversi compleanni. Una mamma del Minnesota ha partorito un bambino, Homenny alle 18.40 di sabato, e una bambina, Fraeya, 26 minuti dopo la mezzanotte di domenica. E se nel loro caso la differenza di sei ore ha determinato la giovinezza di un anno della bimba (si fa per dire), a due gemellini di Buffalo, Ronan e Rory, è toccata la stessa sorte per una manciata di poche decine di minuti, uno nato alle 23.37 di sabato, e l’altro a 10 minuti dalla mezzanotte.

Written by laspugnadifiele

03/01/2012 at 00:09

L’entrevue de la journée …

leave a comment »

Maria Laura Ferrera per LSdF


“No, non ho idea se sarà maschio o femmina …. e francamente je m’en fiche … ” sorrise Madame con sguardo languido e voce flautata. “Non so nemmeno quando nascerà … perché è così importante per voi saperlo?”
La sua occhiata di ghiaccio ceruleo colpì come una frusta di velluto il giornalista troppo indiscreto. “Monsieur le President? Sì … credo sia emozionato … forse un po’ … non saprei. È molto impegnato e di queste cose, francamente, non ne parliamo mai”.
Si sfiorò leggermente una ciocca di capelli che aveva osato, impertinente, caderle sugli occhi impedendole così di incenerire gli astanti, quei quattro giornalisti in adorazione che già la disturbavano.
“Cosa preferirei?” concesse un’idea di risata sommessa, appena un cenno.
“Mah … ho già un maschio …” sembrò riflettere, poi una piccolissima pausa. “Forse una femmina allora?” sorrise ancora e fu come se civettasse impercettibilmente con la platea adorante. E Monsieur le President? “Oh … lui”. Madame girò lo sguardo verso la grande finestra alla destra del divano foderato di seta cruda color ghiaccio.
“Beh lui ha già … vediamo …” e sembrò che iniziasse nella sua mente a contare, persa in una lista – a lei quasi ignota – di nomi e di arzigogolati legami. Iniziò a percepire un’idea di leggera emicrania ed emise un lieve sospiro. Poi con una piccola, deliziosa risata finì il suo pensiero “Beh … lui ha svariati figli … certo”.

Estratto dell’ultima intervista (verosimile) rilasciata prima del lieto evento, lunedì 10 ottobre 2011. Probabilmente quando questa sarà pubblicata, l’erede di Monsieur le President e di Madame avrà visto la luce nei saloni del Palais.

Written by laspugnadifiele

11/10/2011 at 15:23